mercoledì 28 marzo 2012

CUORE PAZZO



CUORE PAZZO
Sistole in movimento


Perché

Uno - No money, no honey
Due - Amore familiare
Tre - Amore proibito
Quattro - Caccole di passione
Cinque - Luna di miele
Sei - Modelle e tucani
Sette - Irene
Otto - Catena di montaggio
Nove - Wolf
Dieci - Urla boscimane
Undici - L'ora del tè
Dodici - Succhiaseppie

Glossario e ‘gergario’


Perché
Fino a qualche anno fa ero un essere umano normale. Mi innamoravo a ogni morte di papa, venivo travolto dagli eventi, ne uscivo a pezzettini, ricominciavo daccapo. Come tutti, più o meno.
Negli ultimi anni, però, le cose sono cambiate. Sarà che i compleanni si accumulano, che ho passato troppo tempo in Brasile - terra in cui cinque sensi non bastano -, oppure che sono stato plagiato da una cara zia che vive di pane e sentimento. Comunque siano andate le cose, la dura realtà odierna è che sto vivendo una vita da Harmony. Mi innamoro mediamente tre volte al dì, dopo i pasti. Con tutte le conseguenze del caso, solitamente disastrose. Spero che prima o poi mi passi, forse riuscirò ad avere una vita più tranquilla e felice. Per il momento, però, mi basta un battito di ciglia, un ancheggiamento più roteante della media, una pelle con sfumature vagamente fuori dalla tavolozza italiana standard. E perdo la testa. Più passa il tempo, più - ho notato - vengo calamitato dalle donne esotiche, quelle di casa mia mi perdoneranno (non ho preconcetti in materia). Deve essere perché sono da sempre un esterofilo, ma mi basta che una abbia un taglio di occhi non omologato, un braccino storto, un apparecchio fra i denti, parli una lingua marziana e\o sia gialla\verde\viola, e comincio a viaggiare con la mente. Il cuore mi balla un samba, la sudorazione si apre come un rubinetto spannato, sento che gli occhi mi diventano liquidi e promettono cose sozze. Non ci posso fare nulla, è più forte di me. Sono un abatantuono contro il mio volere.
Ecco dunque questo mio Cuore matto, compendio e diario di memorie di diversi anni registrate in quattro continenti, seguendo le montagne russe delle mie sistole & diastole.
Se appartenete a quella razza di lettori che ama catalogare tutto, vi facilito il compito preannunciandovi che tra le mani avete un libro dedicato al turismo sensuale. Ingredienti di base: un cuore estremamente sensibile al fascino femminile e una buona serie di biglietti aerei.
Spero che, oltre a farvi quattro risate, a fine lettura vi permetterà di darmi qualche saggio consiglio su come darmi una calmata. Prima che un infarto mi fulmini.



A BREVE IN AMAZONIA

Nessun commento:

Posta un commento